Sulla soglia minima di utile rilevante ai fini della verifica dell’anomalia dell’offerta

Settore: Contratti Pubblici


Keywords: Verifica anomalia – Utili – Soglia minima – Determinazione


T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. I, 16 giugno 2021, n. 569 – Pres. Gabbricci, Est. Limongelli

In sede di verifica delle offerte sospettate di essere anomale, al di fuori dei casi in cui il margine positivo risulti pari a zero, non è possibile stabilire una soglia minima di utile al di sotto della quale l'offerta deve essere considerata anomala, poiché anche un utile apparentemente modesto può comportare un vantaggio significativo, sia per la prosecuzione in sè dell'attività lavorativa, sia per la qualificazione, la pubblicità, il curriculum derivanti per l'impresa dall'essere aggiudicataria e aver portato a termine l’appalto pubblico.