Sulla “scelta” sanzionatoria della P.A. in caso di inosservanza delle prescrizioni dell’AIA

Keywords: AIA – Prescrizioni – Sanzioni – Discrezionalità della P.A.

T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. I, 13 settembre 2022, n. 860 – Pres. Gabbricci, Est. Limongelli

Se è ben vero che l’articolo 29 decies, comma 9, D.Lgs. n. 152/2006 prevede una serie di sanzioni per il caso di inosservanza delle prescrizioni dell’AIA o addirittura di esercizio dell’attività in assenza di titolo autorizzatorio, che vanno dalla semplice diffida, alla sospensione dell’attività e alla chiusura dell’impianto, è altrettanto vero che la disposizione non prevede affatto che si debba partire dalle sanzioni meno gravi e applicare quelle via via più gravi solamente in caso di reiterazione della violazione. La scelta della sanzione più appropriata in relazione alla violazione commessa è lasciata alla discrezionalità della Provincia, che può anche disporre quella più grave anche senza aver prima diffidato l’autore dell’illecito.