Sull’applicazione del principio di rotazione negli appalti pubblici

Settore: Contratti Pubblici


Keywords: Appalti pubblici – Principio di rotazione – Procedure aperte – Applicabilità


T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. I, 02 dicembre 2021, n. 1004 – Pres. Limongelli, Est. Pavia

Il principio di rotazione negli appalti pubblici non è imposto qualora la stazione appaltante non operi alcuna limitazione in ordine al numero di operatori economici tra i quali effettuare la selezione. Indicazione, questa, che compare anche nelle linee guida dell’ANAC numero 4, nella versione adottata con delibera 1 marzo 2018 n. 206, ove si chiarisce che la rotazione non si applica laddove il nuovo affidamento avvenga tramite procedure ordinarie o comunque aperte al mercato, nelle quali la stazione appaltante, in virtù di regole prestabilite dal Codice dei contratti pubblici ovvero dalla stessa in caso di indagini di mercato o consultazione di elenchi, non operi alcuna limitazione in ordine al numero di operatori economici tra i quali effettuare la selezione.