Sui requisiti e caratteristiche delle ordinanze contingibili e urgenti

Keywords: Ordinanza contingibile e urgente – Caratteristiche – Requisiti – Fattispecie


T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. I, 26 ottobre 2022, n. 1028 – Pres. Massari, Est. Massari

L'adozione di un'ordinanza sindacale contingibile e urgente presuppone necessariamente situazioni di pericolo effettivo non tipizzate dalla legge, la cui sussistenza deve essere suffragata da un'istruttoria adeguata e da una congrua motivazione, stante la configurazione residuale di tale tipologia provvedimentale, nella quale la contingibilità deve essere intesa come impossibilità di fronteggiare l'emergenza con i rimedi ordinari in ragione dell'accidentalità, imprescindibilità ed eccezionalità della situazione verificatasi e l'urgenza come assoluta necessità di porre in essere un intervento non rinviabile. Ne discende che, stante la straordinarietà dello strumento giuridico utilizzato, l’ordinanza deve essere sorretta da un'istruttoria adeguata e da una congrua motivazione, solamente in ragione delle quali si giustifica la deviazione dal principio di tipicità degli atti amministrativi e la possibilità di derogare alla disciplina vigente. Inoltre, l’’ordinanza contingibile e urgente si caratterizza anche per la temporaneità degli effetti disposti giacché è la precisa indicazione del limite temporale di efficacia, in quanto solo in via temporanea può essere consentito l’uso di strumenti extra ordinem, che permette la compressione di diritti ed interessi privati con mezzi diversi da quelli indicati dalla legge.