Legittimazione attiva nella materia ambientale

Settore: Processo Amministrativo e Ambiente

Keywords: Legittimazione attiva – Ambiente – Vicinitas – Sussistenza

T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. I, 25 luglio 2022, n. 736 – Pres. Gabbricci, Est. Pavia

Anche la materia ambientale non fa eccezione ai principi generali del processo amministrativo, che impongono, affinché possa pervenirsi ad una decisione di merito, la sussistenza delle condizioni dell'azione (ossia, della titolarità in capo al ricorrente sia della legittimazione sia dell'interesse al ricorso) che sono necessarie proprio per evitare che il giudizio amministrativo si trasformi in una sorta di giurisdizione oggettiva, in cui, più che interessi di parte, si finisca per tutelare l'astratto interesse alla legalità amministrativa. Con particolare riferimento alla legittimazione attiva, la giurisprudenza ha avuto modo di chiarire che nella materia ambientale, ai fini della sussistenza della legittimazione e dell'interesse ad agire risulta sufficiente la vicinitas, intesa come vicinanza dei soggetti che si ritengono lesi al sito prescelto per l'ubicazione di una struttura avente potenzialità inquinanti e/o degradanti, non potendo loro addossarsi il gravoso onere dell'effettiva prova del danno subito.