top of page

Effetti della condanna per reati in materia di stupefacenti sul rilascio del permesso di soggiorno

T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. I, 10 luglio 2023, n. 581 – Pres. Massari, Est. Massari

Il legislatore ha espressamente attribuito un effetto preclusivo alla permanenza sul territorio italiano a seguito della condanna per specifici reati considerandoli dimostrazione inequivoca della non integrazione sociale nel contesto nazionale e di non accettazione dei valori di legalità e tutela della persona posti a fondamento della Repubblica. In particolare, nel caso di condanna (anche non definitiva) del cittadino extracomunitario per qualsivoglia reato in materia di stupefacenti, il provvedimento di rifiuto del permesso di soggiorno costituisce per l'autorità competente un atto vincolato, non occorrendo a tal fine alcuna ulteriore valutazione né riguardo alla pericolosità sociale del cittadino straniero né riguardo al suo grado di integrazione nel contesto sociale italiano, con la sola eccezione costituita da eventuali legami familiari con soggetti residenti in Italia, nel qual caso si impone una valutazione comparativa discrezionale dell'interesse alla sicurezza pubblica e di quello dello straniero alla tutela dei propri rapporti familiari.

Comentarios


bottom of page