Tutela dell’ambiente e impugnabilità delle previsioni urbanistiche di dettaglio

Settore: Ambiente e Urbanistica


Keywords: Tutela dell’ambiente – Soggetti interessati – Previsioni urbanistiche di dettaglio – Impugnabilità


T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. II, 26 ottobre 2021, n. 895 – Pres. Massari, Est. Bertagnolli

La tutela dell’interesse ambientale è ammessa nella misura in cui essa derivi da iniziative facenti capo a soggetti portatori di interessi diffusi in materia ambientale e, quindi, di specifiche istanze di protezione dei beni ambientali, non ravvisabili nel caso in cui i ricorrenti agiscano uti singoli. Pertanto, se è ormai consolidato il principio secondo cui la previsione urbanistica di dettaglio è impugnabile solo laddove vi sia l’allegazione di prove in ordine ai concreti pregiudizi subiti, che comunque non possono risolversi nel generico danno all'ordinato assetto del territorio, alla salubrità dell'ambiente e ad altri valori la cui fruizione potrebbe essere rivendicata da qualsiasi soggetto residente, anche non stabilmente, nella zona interessata dalla pianificazione, esso vale a maggior ragione nel caso in cui non si stia parlando di atti pianificatori, ma esecutori di specifiche scelte progettuali.