Discrezionalità della S.A. nella qualificazione progettuale di varianti o migliorie

Settore: Contratti Pubblici


Keywords: Proposte progettuali – Varianti – Migliorie – Discrezionalità della S.A.


T.A.R. Lombardia, Brescia, sez. II, 08 giugno 2022, n. 573 – Pres. Massari, Est. Zampicinini

Nell'attività di valutazione e qualificazione delle proposte progettuali, ai fini della loro riconduzione nell'ambito delle varianti o delle semplici migliorie, vi è un ampio margine di discrezionalità tecnica della Commissione giudicatrice, con conseguente insindacabilità nel merito delle valutazioni e dei punteggi attribuiti, ove non infirmate da macroscopici errori di fatto, da illogicità o da irragionevolezza manifesta.